Rubrica video schermistici #18: i diversi aspetti della SCHERMA

Eccoci tornati dalle vacanze pasquali, magari un po’ appesantiti dai vari pranzetti!

Quale modo migliore di smaltire se non facendo un po’ di sana scherma? Ma esattamente quale tipo di scherma?

Perchè questo termine sta ormai prendendo connotazioni molto disparate! In questa rubrica, un po’ anomala lo ammetto, vorrei prendere in considerazione almeno 4 approcci diversi.
Non è mia volontà criticare o elogiare nessuna delle tipologie, ognuno è liberissimo di apprezzare uno stile di combattimento piuttosto che un altro. Sicuramente tutti hanno radici comuni!

Ma veniamo alla classificazione (quella che al momento io conosco, chissà che non esistano altre sfaccettature!):

–SCHERMA SPORTIVA–

Tutti quanti la conosciamo. Abbiamo imparato ad amarla con i successi olimpici dei campioni nostrani, la Vezzali, Montano etc etc…
Le differenze con la scherma storica sono molte, a partire dalle armi utilizzate, dal modo di impugnarle e maneggiarle, dal fatto che il passeggio adottato sia prevalentemente “in linea” retta. Ultimo ma non per importanza il sistema di conteggio del punteggio, che privileggia sicuramente il punto piuttosto che il “portare a casa la pelle”. Il duello sportivo trova sicuramente un antenato nella scherma seicentesca seppure se ne discosti nello studio dell’Arte in sè.

–HEMA–

Ovvero Historical European Martial Arts. Un approccio che è una via di mezza tra Scherma storica in senso stretto e la scherma sportiva. E’ l’approccio che la Sala delle Armi sta adottando ormai da un annetto. Le protezioni utilizzate sono a tutti gli effetti proveniente dalla scherma sportiva (vedi maschera a rete da 1600 newton, guanti o corpetti) o da sport da contatto (quali hockey o lacrosse), al contrario le armi sono quelle più o meno storicamente attendibili. Quello che differenzia molto dalla scherma sportiva è l’approccio allo studio dell’Arte, uno studio basato su tecniche descritte in manuali dal XIII al XVII secolo. Il tutto confluisce in tornei con un sistema di punteggio preso in parte dalla scherma sportiva e modificato ad hoc. E’ sicuramente una tipologia di combattimento, come anche la comunità che lo pratica, che si sta evolvendo nel corso degli ultimi anni! (nota: e noi siamo fieri di farne parte!)

–SCA–

L’acronima sta per Società per l’Anacronismo Ricreativo. Anche qui le basi si fondano sullo studio dei trattati, ai quali si affianca uno studio più o meno corretto del vestiario e dello stile di vita. Molto spesso infatti si possono vedere delle  masse  guerrieri che si danno battaglia a contato pieno. Sicuramente lo spettacolo è garantito, a volte vengono messe in scena delle vere e proprie mischie piuttosto che il duello a singolar tenzone. Attenzione: è vero che le protezioni sono resistenti, ma le mazzate sono tante 😀

–LARP–

Molti di voi lo conoscono come “gioco di ruolo dal vivo”… Anche qui lo spettacolo e il divertimento individuale sono garantiti! Chi non sorriderebbe a vedere degli orchetti affontare dei guerrieri barbari?!? Le basi di questa tipologia di combattimento a volte si fondano sullo studio individuale di trattati e/o sulla conoscenza pregressa… Tuttavia qui il pericolo di farsi male è davvero minimo dato che le armi e le armature utilizzati sono spesso di materiale plastico o morbido.

Che dire quidni? Non vi resta che scegliere il vostro approccio e provare! La scherma è uno sport fantastico e ricco di emozioni!

Dave

Annunci

1 commento su “Rubrica video schermistici #18: i diversi aspetti della SCHERMA”

  1. Ovviamente scelgo la seconda 😉

    Mi permetto un parere del tutto personale, senza alcuna presupponenza:

    1 Nella scherma sportiva si perde quasi tutto ciò che concerne l’aspetto marziale della scherma: non c’è cautela, non c’è pericolo; inoltre sono molto ridotte le possibilità di azione. Ultima cosa, molto personale, trovo fastidioso che esultino ad ogni assalto senza sapere neppure se il punto sia loro 😛
    3 Studio dei trattati? Sei stato troppo buono! A mio parere, di quello che si evince dalle fonti e dalla ricostruzione dei trattati di “tecnico” e “filologico” c’è davvero pochissimo. A prescindere dagli aspetti di correttezza e coerenza storica dei pezzi di armatura usati (spesso dei collage temporali che riescono a coprire diversi secoli diversi) di ciò che caratterizzava il combattimento in armatura non rimane davvero nulla. Purtroppo la maggior parte della gente pensa a questo quando dici “pratico la scherma storica”…
    4 Nulla da ridire, trovo sia un ottimo modo di divertirsi tra amici, da vecchio giocatore di D&D non posso che sorridere di piacere nell’immaginare una realizzazione in carne ed ossa dell’immaginario fantasy. Però… Non definirei questo ambito un’applicazione della scherma storica. Certo molti praticanti di scherma fanno anche LARP e sono convinto che possa tornare utile avere qualche conoscenza schermistica, tuttavia né le armi, né il contesto hanno a che fare con la scherma: è più un gioco che una pratica marziale.

    Non me ne vogliate troppo, anzi ditemi la vostra 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...