“Ma secondo te…?” 2

Altra domanda che capita spesso di sentirsi porre: “ma è vero che le katane sono le spade migliori?”

Le spade giapponesi hanno da sempre la nomea di essere le migliori spade mai create dall’uomo; oggetti talmente perfetti da risultare quasi divini. In Internet e in vari show televisivi, quando sono comparate ad ogni altra spada, le katane ne escono sempre fuori vincitrici, in quanto avrebbero una capacità di taglio, reistenza, e bilanciamento superiori a qualunque altro oggetto sul pianeta… questo purtroppo deriva da un’ignoranza diffusa su come sia in realtà fatta una spada europea, in quanto l’immagine ormai impressa nella mente dell’occidentale medio è che i guerrieri medievali fossero dei bruti, che combattevano con delle specie di lunghe clave metalliche e che si limitassero a spaccare e rompere le ossa dei loro avversari; mentre i samurai invece sono dei guerrieri perfetti e letali, votati all’onore e alla disciplina, possessori della più perfetta delle armi.

Analizziamo un po’ meglio come sia fatta in realtà una katana, e cerchiamo di compararla in maniera approfondita ad una spada europea… per fare questo vi rimando a 3 (ottimi) video realizzati da Matt Easton, leader della Schola Gladiatoria.

http://www.youtube.com/watch?v=VnkVlK3BFLw&list=PLMUtS78ZxryNYFe-Z4jV_KxQ2sQaevrUz&index=15

http://www.youtube.com/watch?v=_YZDb98Mqnk&list=PLMUtS78ZxryNYFe-Z4jV_KxQ2sQaevrUz&index=20

http://www.youtube.com/watch?v=R4plBF80UBo&list=PLMUtS78ZxryNYFe-Z4jV_KxQ2sQaevrUz&index=21

Dopo aver visto questi video, cosa ne pensate ancora della katana? Io non posso concordare con Matt, dicendo che essa è una spada come un’altra, che (come ogni spada) nelle mani giuste, ovvero quelle di uno spadaccino sufficientemente addestrato, è in grado di essere un’arma letale.

Annunci

3 pensieri su ““Ma secondo te…?” 2”

    1. L’acciaio damasco è uno dei migliori al mondo (infatti i crociati, quando se lo ritrovarono per la prima volta davanti, gli attribuirono delle proprietà magiche).
      L’acciaio giapponese, al contrario, è un pessimo acciaio (poco ferro e tanto carbonio), ecco perchè va piegato e ribattuto… proprio per tirare fuori l’eccesso di carbonio, e sopratutto è estremamente raro… Infatti le katane, sono formate da 2 pezzi distinti, la parte che formerà il filo (di acciaio ripiegato) e dalla schiena (in ferro più dolce), che vengono saldati insieme a colpi di martello.
      In europa invece, le spade sono formate da un unico pezzo di acciaio (qui infatti l’acciaio era molto più diffuso e di buona qualità).
      Da qui le loro differenti caratteristiche di forma e flessibilità: le europee più sottili, flessibili ed elastiche; le giapponesi più tozze, corte, rigide e meno elastiche (oltre una certa soglia di deformazione tendono a rimanere piegate per via del corpo ferroso e non acciaioso), ma forse più taglienti, perchè avendo acciaio solo sul filo, possono essere temprate di più, assicuarando una miglior durezza e quindi resistenza del filo.

      1. le spade europee al confronto erano le peggiori, ma semplicemente perchè metallurgicamente parlando, erano più avanti gli altri. Ho studiato metallurgia in diversi corsi all’università. Le spade europee (tengo presente gli esempi migliori, cioè le spade di toledo) vengono dalla tradizione del monoblocco di acciaio incrudito all’incudine. L’acciaio WOOTS, quello delle spade di damasco, era effettivamente, pressoché indistruttibile. la matrice ferrosa è duttile, quindi è il carbonio che dà la durezza. Nelle spade di damasco la matrice era ferritica, mentre il carbonio è distribuito in microsfere allineate. La resilienza era paragonabile all’acciaio bainitico se non superiore, al punto che tirando fendenti contro le pietre, come si vede nelle stampe, si rompevano le pietre. Le katane, con la tecnica multistrato, univano la resilienza superiore della struttura sandwich, alla tempra che rendeva il filo duraturo e sottilissimo. Infine la scherma, molto diversa in europa dalla tradizione delle “sciabole”, famiglia a cui appartengono le spade di damasco e le katane. Per contro, le armature europee, dovendo resistere sempre e spesso a carichi di punta (tipici della scherma europea), erano eccezionali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...